variazione catastale docfa

La variazione catastale DOCFA è un documento ufficiale che serve per comunicare tutte le modifiche apportate a un immobile e devono essere redatte con firma da un professionista avente iscrizione all’albo, come un geometra, un architetto o ingegnere. Quando si realizza un soppalco all’interno di un’unità edilizia esistente bisogna presentare la variazione catastale DOCFA.

Il soppalco è una soluzione che consente di avere a disposizione nella propria casa un ambiente ulteriore senza dover realizzare interventi edili invasivi e sfruttando l’altezza del soffitto.

In questo modo diventa possibile aumentare le dimensioni dell’immobile. Comunque è fondamentale accertarsi che il progetto preveda la presenza di una ringhiera oppure di un altro tipo di protezione se il soppalco si affaccia sulla stanza al livello sottostante

La destinazione d’uso del soppalco

Bisogna tenere a mente che i soppalchi possono essere abitabili o meno a seconda dell’altezza sopra e sotto la struttura. Infatti la normativa richiede il rispetto di precisi parametri per quanto riguarda l’apporto di luce e di aria.

In secondo luogo si deve verificare quanto previsto dalle leggi regionali e dai regolamenti comunali. Per avere un soppalco abitabile è necessario che l’altezza minima del locale sia 430-440 cm (soletta compresa), così da avere uno spazio di almeno 210 cm sia sopra che sotto la struttura.

In caso contrario il nuovo ambiente può essere utilizzato solo come locale lavanderia, ripostiglio oppure per ospitare una cabina armadio. Se invece il soppalco è abitabile, molto spesso viene destinato a una camera da letto (padronale o aggiuntiva) o a uno studio.

Stile e dimensioni di un soppalco

In base alle dimensioni della struttura si può avere un semplice e piccolo mezzanino oppure un vero e proprio appartamento dal doppio volume. Si ricorda comunque che la metratura di un soppalco non può essere superiore a 1/3 di quella del locale su cui si apre.

Un altro aspetto pratico da tenere in considerazione riguarda la presenza di un tetto a falde. Infatti l’ambiente si caratterizza per pareti e soffitto dall’andamento declinante. In questo caso si può rimanere in piedi soltanto al centro del locale, mentre occorre rimanere seduti o piegati man mano che ci si avvicina agli angoli.

Di conseguenza questi ambienti in genere non sono abitabili oppure sono usati come camera da letto per gli ospiti. Inoltre è bene tenere a mente che si deve optare per un arredo su misura o su soluzioni salvaspazio perché i mobili si inseriscano perfettamente nella loro collocazione.